IL VERGOGNOSO ACCORDO DI CGIL, CISL e UIL CON RENZI: LA FORNERO NON SI TOCCA E I PENSIONATI PAGANO COI LORO TAGLI LE NUOVE MISURE !!

.

.

zzz

.

.

PAGINE FACEBOOK CONSIGLIATE:

.

.

 

IL VERGOGNOSO ACCORDO DI CGIL, CISL e UIL CON RENZI: LA FORNERO NON SI TOCCA E I PENSIONATI PAGANO COI LORO TAGLI LE NUOVE MISURE !!

 

IL PENOSO ACCORDO DI CGIL CISL UIL CON RENZI. LA FORNERO NON SI TOCCA E I PENSIONATI PAGANO COI LORO TAGLI LE NUOVE MISURE.

 

di Giorgio Cremaschi

La sostanza dell’accordo è che la Fornero non si tocca. Il catastrofico innalzamento dell’età pensionabile resta tutto a fare i suoi danni alla condizione di lavoro e alla occupazione. Si potrà andare in pensione prima solo se si vincerà la lotteria dei lavori usuranti. Pochi saranno scelti tra coloro che hanno già 41 anni di contributi. Oppure se le aziende ti manderanno via come esubero. Oppure se ti indebiterai per 20 anni con quel raggiro usuraio che è l’APE.

Il solo risultato che viene sbandierato è la quattordicesima aumentata o elargita per la prima volta a circa tre milioni di pensionati con i redditi più bassi. A parte il fatto che gli aumenti non sono quelli vantati dalla propaganda, ma molto inferiori e legati al reddito complessivo del pensionato, c’è da chiarire che i soldi per questo piccolo risultato vengono direttamente dai tagli di tutte le altre pensioni per tutti gli altri pensionati.

L’ ultimo comma del verbale firmato da Cgil Cisl Uil rinvia al 2019 la questione del taglio delle indicizzazioni delle pensioni. Come tanti ricordano nel 2012 Elsa Fornero si era commossa in pubblico mentre annunciava che avrebbe bloccato la rivalutazione delle pensioni rispetto all’inflazione. Nel 2014 la Corte Costituzinale ha dichiarato incostituzionle questa misura. Il governo però, come da abitudine, non ha rispettato la sentenza e ha dato solo piccole mance a una platea ridotta di pensionati. Sono in corso molte cause e diversi giudici hanno già rinviato di nuovo il contenzioso alla Corte. Ora governo e Cgil CIsl UIl concordano che se ne riparli nel 2019, nel frattempo milioni di pensionati continueranno a perdere soldi. Per un ammontare calcolato a suo tempo dallo stesso governo in almeno 10 miliardi. Ora siccome tutta la manovra pensionistica, secondo Poletti, costa 6 miliardi si può ben affermare che il bancomat pensionati ha permesso al governo di farsi bello prima del referendum e di intascare 4 miliardi di resto….

Il governo ormai lo conosciamo con i suoi trucchi. La cosa che davvero ci indigna è il degrado di Cgil Cisl Uil, che hanno abbandonato la loro già moderatissima piattaforma per fare da stampella a Renzi. E alla Fornero.

 

fonte: http://www.lantidiplomatico.it/dettnews-Il_Penoso_Accordo_Di_Cgil_Cisl_Uil_Con_Renzi_La_Fornero_Non_Si_Tocca_E_I_Pensionati_Pagano_Coi_Loro_Tagli_Le_Nuove_Misure%C2%A0/6121_17276/

3 commenti su “IL VERGOGNOSO ACCORDO DI CGIL, CISL e UIL CON RENZI: LA FORNERO NON SI TOCCA E I PENSIONATI PAGANO COI LORO TAGLI LE NUOVE MISURE !!

  1. Ciccio il said:

    Un popolo con le palle, toglierebbe tutte le tessere ai sindacalisti tanto con tutti i soldi che guadagnano a loro la pensione non interessa. semplicemente vergognosi

  2. SERGIO il said:

    vergogna!!!
    una volta il PD era il partito dei lavoratori e dei pensionati, anche le confederazioni sindacali lo erano.
    Il governo continua a portarci alla disperazione, perchè invece di farsi sovvenzionare dai pensionati non rinunciano ai rimborsi dei parlamentari? Ero un simpatizzante di sinistra , ma ho motivo di credere che se queste riforme le avesse fatte il governo di destra e se non fosse stata rispettata un sentenza della corte costituzionale il PD avrebbe bloccato tutte le attivita’ e avrebbe organizzato pesanti manifestazioni in piazza.
    I sindacati meglio non parlarne si sono messi d’accordo in attesa di nomine con stipendi molto ricchi. Ricordiamo molti di loro adesso che incarichi prestigiosi hanno.

  3. Nicola il said:

    Sindacati? Chi sono? E sopratutto cosa e chi rappresentano?
    Sono un po come il nostro governo, si eleggono da soli
    prendono iniziativa abusivamente.
    Una volta , prima di andare a firmare qualsiasi cosa, si facevano assemblee,
    ci si confrontava e si votava
    Ora, chi li manda sti farabutti ladri legalizzati con stipendi da nababbi a trattare il nostro futuro
    Mi domando come fanno i lavoratori (quei pochi rimasti) e i pensionati continuare a pagare la tessera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*